Pesche Sciroppate: le Prendiamo a Supermercato o le Facciamo in Casa? Pro e Contro

di : | 0 Commenti | On : 22 settembre 2017 | Categoria : Consigli della nonna

Quanto sono buone le pesche sciroppate in pieno inverno?

Quelle nella dispensa della nonna sicuramente, quelle che troviamo al supermercato, vi danno la stessa soddisfazione?

Non trovate che la maggior parte abbiano una consistenza molliccia e sgradevole?

Senza pensare al fatto che non abbiamo alcun controllo sulla qualità della frutta utilizzata, mentre noi possiamo scegliere delle pesche biologiche e possiamo anche decidere la quantità di zucchero da mettere.

Leggi anche => Calcio, vitamine e fibre tutte nella pesca!

Le nostre, poi, saranno certamente senza coloranti, conservanti ed aromi aggiunti.

Il semplice processo di pastorizzazione, ci assicurerà che i nostri vasetti si mantengano con le stesse proprietà di quando li prepariamo.

Leggi anche =>  Un Trucchetto per Pastorizzare Senza Rischi

Allora prepariamole in casa, non è difficile e non occorre tantissimo tempo!

QUALI PESCHE SCEGLIERE?

La pesca più adatta per essere sciroppata è la percoca, zuccherina, dalla polpa compatta e aderente al seme.

L’OCCORRENTE

Avrete naturalmente bisogno di vasetti sterilizzati ed una pentola per pastorizzare le pesche e conservarle più a lungo.

COME PREPARARE LE PESCHE SCIROPPATE

Ci sono ovunque molte ricette delle pesche sciroppate, ma la proporzione che preferisco tra pesche e zucchero è 100 (ma anche 70 gr di zucchero) per un kg di pesche.

E’ chiaro che potete anche aumentare, ma tenete conto che già le pesche sono dolci.

Ingredienti:

1 Kg di pesche

100 gr di zucchero

1 limone

Acqua

Laviamo per bene le pesche, le sbucciamo e le tagliamo a metà e togliamo il nocciolo.

Le pesche sbucciate e senza nocciolo, le mettiamo in un contenitore pieno di acqua e succo di un limone.

Mettiamo a bollire il litro di acqua in una pentola capiente con 100 gr di zucchero e le pesche.

Facciamo bollire per 5 minuti, mescolando frequentemente, dopodichè togliamo le pesche e lasciamo ridurre lo sciroppo ancora sul fuoco, fino a fare dimezzare la quantità di liquido.

Disponiamo le pesche nei barattoli sterilizzati.

Riempiamo il barattolo con lo sciroppo, colmando gli spazi e facendo attenzione a non lasciare bolle d’aria.

Chiudiamo ermeticamente i barattoli, li mettiamo in un grande tegame, riempiamo di acqua e li facciamo bollire per 30 minuti.

Poi li rimuoviamo solo quando saranno perfettamente freddi; vanno conservati in un luogo fresco fino a quando l’apertura del barattolo non vi riporterà direttamente il profumo dell’estate passata!


Share This Post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

disclaimer

Il sito Cucina24ore.it intende fornire una serie di informazioni su prodotti senza glutine e intolleranze in genere. Suggerimenti e informazioni sono elaborati in base ad esperienze personali. NON SI INTENDE SOSTITUIRE, IN NESSUN MODO, FARMACISTA, MEDICO O MEDICO OMEOPATA AI QUALI SPETTA QUALSIASI PRESCRIZIONE TERAPEUTICA. Qualunque informazione fornita su questo sito, quindi, non sostituisce in ogni caso una idonea valutazione del medico curante. Il contenuto del sito è di carattere informativo.