• Home
  • Bastoncini di Zucchine Croccanti – Finger Food anche Senza Glutine e Nichel
0 0
Bastoncini di Zucchine Croccanti – Finger Food anche Senza Glutine e Nichel

Condividi sul tuo social network:

Oppure semplicemente copia e incolla questo url

Ingredienti

Regola in base alle Porzioni:
2 zucchine medie
olio per friggere
5 cucchiai farina di riso

Informazioni Nutrizionali

8,53g(per porzione)
Grassi
8,77g(per porzione)
Carboidrati
1,5g(per porzione)
Proteine
116cal(per porzione)
Calorie

Salva questa Ricetta

Bastoncini di Zucchine Croccanti – Finger Food anche Senza Glutine e Nichel

Tipologia:
  • Vegetariana
Cucina:

    Le zucchine che nessuno può rifiutare!

    • 30 min
    • Porzioni 2
    • Medio
    Condividi

    Ingredienti

    Preparazione

    I bastoncini di zucchine croccanti sono un finger food che più semplice non si può, in alternativa alle solite patatine. Buono anche come contorno o antipasto insieme ad altre verdure.

    Il taglio a fiammifero è il più indicato per questo tipo di preparazione perchè richiede una cottura veloce; la semplice infarinatura, inoltre, può essere usata anche al posto della pastella, più pesante, che richiede più tempo.

    Per la frittura ho utilizzato una farina di riso, ottima per chi ha intolleranze al glutine e al mais, ma in commercio ci son moltissimi mix di farine anche specifici per la frittura delle verdure che rendono il fritto più leggero e dorato.

    I prodotti utilizzati nella ricetta sono offerti da Oasi Ipermercati.

    Zucchine Buone, Dietetiche e Salutari. Tutti i Segreti e le Cotture

    (Visited 5 times, 1 visits today)

    Passo dopo Passo

    1
    Fatto

    PASSO 1

    Lavo le zucchine sotto l'acqua corrente, le asciugo bene, elimino le estremità. Taglio le zucchine a metà, le affetto dal lato più lungo, lo spessore deve essere di 3-4 mm. Poi taglio i bastoncini dello stesso spessore. Cercate di ottenere dei fiammiferi più omogenei possibile in modo da farli cuocere tutti nello stesso momento.

    2
    Fatto

    PASSO 2

    Metto a scaldare l'olio (se siete intolleranti al nichel, utilizzate l'olio di oliva, altrimenti andrà bene l'olio di semi di arachide) in un pentolino profondo in modo che le zucchine vi si immergano completamente.

    Metto i bastoncini in un colabrodo, aggiungo la farina. Giro con un cucchiaio in modo da far aderire la farina in tutti i lati dei bastoncini.

    3
    Fatto

    PASSO 3

    Quando l'olio è ben caldo (la prova piò essere fatta con uno stecchino: se immergendolo farà delle bollicine, è pronto), immergo le zucchine. Devo far attenzione affinche siano tutte ricoperte d'olio per avere una frittura omogenea, quindi le faccio poco per volta.

    Le lascio per un minuto, il tempo che la farina si fissi bene, poi le smuovo leggermente.

    4
    Fatto

    PASSO 4

    Dopo 3-4 minuti le zucchine sono pronte, se le lasciate si doreranno ancora di più, ma avranno un sapore più forte. Le scolo con una schiumarola e le lascio asciugare in un piatto con carta assorbente. Aggiungo un po' di sale e le servo subito.

    Condividi
    alessia

    alessia

    Celiaca, moglie di un intollerante seriale e madre di due piccole ottime forchette, per non soccombere alla cucina l'ha addomesticata ed ora la comanda a bacchetta. Inventa nuovi modi di cucinare in modo facile, veloce e senza fatica... e ci riesce quasi sempre!

    Recensioni Ricetta

    Ancora non ci sono Recensioni per questa Ricetta, usa il modulo sottostante per scrivere la tua Recensione
    precedente
    Scialatielli con Olaci al Pecorino. Incontro tra Amalfi e L’Aquila
    successivo
    Torta di Yogurt al Melone Fresca, Buona e Poco Grassa, anche Senza Glutine
    precedente
    Scialatielli con Olaci al Pecorino. Incontro tra Amalfi e L’Aquila
    successivo
    Torta di Yogurt al Melone Fresca, Buona e Poco Grassa, anche Senza Glutine

    2 Commenti Nascondi i commenti

    L’intolleranza al nichel è molto soggettiva. Bisogna capire quanto ne possiamo assimilare giornalmente e mensilmente. Ogni alimento che proviene dalla terra ha del nichel, ma per tutti il limite di tolleranza è differente. C’è chi ha un’intolleranza tale da avere problemi al contatto del metallo e chi no, chi ne assume un poco quotidianamente e non ha problemi e chi, invece lo deve misurare con attenzione.

    Aggiungi il tuo commento