• Home
  • Gli uccelletti di Sant’Antonio
Gli uccelletti di Sant’Antonio

Condividi sul tuo social network:

Oppure semplicemente copia e incolla questo url

Ingredienti

Nessun ingrediente Trovato !

Ingredienti

Nessun ingrediente Trovato !

Gli uccelletti di Sant’Antonio

Tipologia:
  • Tradizionale
Cucina:
    • Media
    Condividi

    Preparazione

    “Da pericule, male e lambe, Sant’Antonie ce ne scampe!”
    Ricorre, oggi, la festività di Sant’Antonio Abate, il Santo protettore degli animali, ma anche delle stalle e dai pericoli degli incendi, molto venerato in Abruzzo. Soprattutto in campagna, troviamo la sua figura di frate dalla lunga barba in tutte le stalle e troviamo anche intatta la tradizione di improvvisati musicanti (“li Sandandonijre”) che vagano di casolare in casolare a cantare filastrocche in onore del Santo con“ddu botte” e “lu vurr vurr” e arnesi da cucina, facendo un gran baccano!

    L’esibizione si conclude, ovviamente con la richiesta di qualche succulento omaggio: salsicce, lonze, prosciutti e…gli immancabili uccelletti, ripieni di marmellata!

    Condividi

    lucadeejay

    Padre, Marito, Giornalista. Un viaggiatore #SenzaGlutine e #SenzaPaura.

    precedente
    Astice alla Catalana di Alessandro Borghese
    successivo
    L’indivia e il cardo: le verdure in brodo del pranzo di Natale in Abruzzo
    precedente
    Astice alla Catalana di Alessandro Borghese
    successivo
    L’indivia e il cardo: le verdure in brodo del pranzo di Natale in Abruzzo

    Aggiungi il tuo commento

    Tanti sconti in esclusiva per te, approfittane!