fbpx
  • Home
  • Gli uccelletti di Sant’Antonio
Gli uccelletti di Sant’Antonio

Condividi sul tuo social network:

Oppure semplicemente copia e incolla questo url

Ingredienti

Ingredienti

Gli uccelletti di Sant’Antonio

Tipologia:
  • Tradizionale
Cucina:
    Condividi

    Preparazione

    “Da pericule, male e lambe, Sant’Antonie ce ne scampe!”
    Ricorre, oggi, la festività di Sant’Antonio Abate, il Santo protettore degli animali, ma anche delle stalle e dai pericoli degli incendi, molto venerato in Abruzzo. Soprattutto in campagna, troviamo la sua figura di frate dalla lunga barba in tutte le stalle e troviamo anche intatta la tradizione di improvvisati musicanti (“li Sandandonijre”) che vagano di casolare in casolare a cantare filastrocche in onore del Santo con“ddu botte” e “lu vurr vurr” e arnesi da cucina, facendo un gran baccano!

    [gard]

    L’esibizione si conclude, ovviamente con la richiesta di qualche succulento omaggio: salsicce, lonze, prosciutti e…gli immancabili uccelletti, ripieni di marmellata!
    Oggi, ricordando questa ricorrenza, cogliamo l’occasione per dare il benvenuto nella redazione di Cucina24ore ad un nuovo preziosissimo componente, una nonna sprint che mette tutto l’amore per i suoi cari nei piatti che prepara.
    Oggi ci delizia con i suoi Uccelletti di Sant’Antonio e nei prossimi giorni con le ricette di tanti piatti tradizionali abruzzesi!

    Condividi
    lucadeejay

    lucadeejay

    Padre, Marito, Giornalista. Un viaggiatore #SenzaGlutine e #SenzaPaura.

    precedente
    Astice alla Catalana di Alessandro Borghese
    successivo
    L’indivia e il cardo: le verdure in brodo del pranzo di Natale in Abruzzo
    precedente
    Astice alla Catalana di Alessandro Borghese
    successivo
    L’indivia e il cardo: le verdure in brodo del pranzo di Natale in Abruzzo

    Aggiungi il tuo commento

    Tanti sconti in esclusiva per te, approfittane!