• Home
  • Ciabatta “Mani Pulite” Impastata nella Ciotola, Senza Glutine a Lunga Lievitazione
0 0
Ciabatta “Mani Pulite” Impastata nella Ciotola, Senza Glutine a Lunga Lievitazione

Condividi sul tuo social network:

Oppure semplicemente copia e incolla questo url

Ingredienti

Regola in base alle Porzioni:
500 gr farina senza glutine Io ho usato la Caputo Fiore Glut
475 ml acqua
2 gr lievito di birra
sale
16 gr olio EVO circa 4 cucchiai da tavola

Salva questa Ricetta

Ingredienti

Ciabatta “Mani Pulite” Impastata nella Ciotola, Senza Glutine a Lunga Lievitazione

Tipologia:
  • Senza Glutine
  • 40 min + lievitazione
  • Porzioni 4
  • Media
Condividi

Preparazione

Tra le tante dosi, ricette e modi di fare il pane senza glutine, cerco sempre di ritrovare profumo e consistenza del pane tradizionale, ma anche dei metodi più veloci per averlo tutti i giorni caldo e fragrante.

E’ chiaro che la macchina del pane in questo ci viene incontro, ma spesso la uso per preparare la cena, se le hai perse, guarda tutte le nostre ricette con la macchina del pane!

Quindi se non mi va di tenerla impegnata per tanto tempo (perchè tendo a far lievitare il pane anche 4 o 6 ore), spesso uso l’impastatrice o lo faccio a mano.

Con questa ricetta ho provato a farlo direttamente nella ciotola, con un impasto morbido e lunghissima lievitazione in frigo (almeno 24 ore), usando solo 2 gr di lievito.

E’ molto comodo e “veloce” da fare, senza sporcare nulla, quando si ha poco tempo è l’ideale: il giorno dopo si versa il composto direttamente nella teglia e si cuoce! Il risultato è una ciabatta bassa con crosta croccante e mollica morbida.

Fatemi sapere se vi piace come alternativa al classico impasto!

Passo dopo Passo

1
Fatto

PASSO 1

Metto la farina nella ciotola con il sale. Sciolgo il lievito nell'acqua e aggiungo anche l'olio.

2
Fatto

PASSO 2

Verso l'acqua sulla farina, mischiando con un cucchiaio, quando l'acqua è assorbita, il gioco è fatto!
L'impasto è morbido e scivoloso, lo copro con la pellicola e lo lascio in frigo per 24 ore.

3
Fatto

PASSO 3

Il giorno dopo caccio la ciotola dal frigo e trasferisco l'impasto sulla teglia, coperta da carta forno, senza dargli una forma.
Copro di nuovo con la pellicola e accendo il forno statico a 220 gradi.
Quando il forno arriva a temperatura, tolgo la pellicola aiutandomi con una spatola, cospargo con un filo d'olio e inforno per 20 minuti.

4
Fatto

PASSO 4

La cottura perfetta varia da forno a forno, dopo 20 minuti la mia ciabatta aveva già una bella crosta, per cui abbasso la temperatura a 200 gradi e lascio ancora cuocere per 15 minuti.
Non siamo riusciti ad aspettare troppo, per cui l'abbiamo tagliata quasi subito, ma se potete, lasciatela intiepidire e tagliatela a strisce, come se fosse la pizza che trovate accanto al pane nelle trattorie e servitela con antipasti o secondi... Farete un figurone!
Buonissima anche il giorno dopo ripassata in forno!

Condividi

alessia

Celiaca, moglie di un intollerante seriale e madre di due piccole ottime forchette, per non soccombere alla cucina l'ha addomesticata ed ora la comanda a bacchetta. Inventa nuovi modi di cucinare in modo facile, veloce e senza fatica... e ci riesce quasi sempre!

precedente
Polpette di Branzino e Patate Senza Glutine, Golose per Grandi e Piccini
successivo
Cucina Al Microonde: Bieta in 8 Minuti, Ideale come Contorno, per Torte Rustiche o Risotti
precedente
Polpette di Branzino e Patate Senza Glutine, Golose per Grandi e Piccini
successivo
Cucina Al Microonde: Bieta in 8 Minuti, Ideale come Contorno, per Torte Rustiche o Risotti

3 Commenti Nascondi i commenti

Da una rivista missionaria: “NOI, POPOLI SUPERNUTRITI, ABBIAMO INVENTATO: Il pane insipido e il pane salato. Il pane croccante e quello floscio. Il pane a rosetta e quello a filone. Il pane all”olio e quello col riso. Il pane bianco e quello integrale. Il pane magro e quello vitaminizzato. Il pane a fuoco e quello a vapore. Il pane diabetico e quello con patate. Le fette rotonde e quelle quadrate. I POVERI CERCANO SEMPLICEMENTE “IL PANE QUOTIDIANO.

Aggiungi il tuo commento