Site icon Ricette di Cucina

Ciambelle Graffe Soffici, ma Senza Glutine! Come Appena Fatte Anche il Giorno Dopo con un Semplice Trucchetto!

Appena vista la fantastica ricetta di Benedetta delle ciambelle graffe, mi è venuta una gran nostalgia della mia colazione da bar preferita a cui ho dovuto rinunciare quasi 9 anni fa, da quando ho scoperto la mia celiachia. Anche nei bar più forniti di prodotti senza glutine, non ho mai trovato qualcosa che somigliasse lontanamente a questa bontà!

Tante cose sono riuscita a recuperare facendole in casa: pizza, pasta all’uovo, torte salate, rustici, ciambelloni, biscotti…. Perchè non provare a fare queste ciambelle?

La voglia di sperimentare ha vinto su tutto, ed ecco qui la ricetta della mitica Benedetta, seguita alla lettera negli ingredienti, a parte ovviamente la farina.

Ho sostituito quella tradizionale con un mix di farine per dolci (marca Nutrifree) con una quantità inferiore, mentre ho aumentato leggermente la fecola di patate, naturalmente priva di glutine.

Inutile dire che, eliminando il glutine, ci possiamo dimenticare quel fantastico impasto elastico da lavorare per 10 minuti, come dice  Benedetta! La lunga lavorazione serve per far attivare le maglie glutiniche, una specie di reticolo che trattiene il gas formato dal lievito che assicura un’ottima lievitazione e un impasto morbidissimo.

Nel nostro caso, dunque, non occorre lavorarlo molto, giusto il tempo di raccogliere tutta la farina.

Per il resto, ho mantenuto i tempi di lievitazione della ricetta originale, ed ecco il risultato!

IL TRUCCO PER MANGIARLE IL GIORNO DOPO, COME SE FOSSERO APPENA FATTE!

Il problema delle pietanze senza glutine, è quello della conservazione, tutto tende ad indurirsi e diventare gommoso.

Non è questo il caso, perchè sono sparite il giorno stesso, comunque, se vi dovessero avanzare, provate a mettere la ciambella nel microonde a 600 W per 20-25 secondi (a seconda della grandezza). Riprenderanno calore, morbidezza e profumo del giorno prima!