fbpx
  • Home
  • Hot Dog in crosta di pane senza glutine. Ma perchè si chiama così? – FOTO e VIDEO
Hot Dog in crosta di pane senza glutine. Ma perchè si chiama così? – FOTO e VIDEO

Condividi sul tuo social network:

Oppure semplicemente copia e incolla questo url

Ingredienti

  • 250 gr di farina senza glutine per pane e paste lievitate Biaglut
  • 100 ml di acqua
  • 2 cucchiai di olio
  • mezzo cubetto di lievito di birra
  • sale
  • 3 wurstel senza glutine
  • 1 uovo per spennellare la superficie (facoltativo)
  • 1 cucchiaino di zucchero

Salva questa Ricetta

Ingredienti

  • 250 gr di farina senza glutine per pane e paste lievitate Biaglut
  • 100 ml di acqua
  • 2 cucchiai di olio
  • mezzo cubetto di lievito di birra
  • sale
  • 3 wurstel senza glutine
  • 1 uovo per spennellare la superficie (facoltativo)
  • 1 cucchiaino di zucchero

Hot Dog in crosta di pane senza glutine. Ma perchè si chiama così? – FOTO e VIDEO

Tipologia:
  • Senza Glutine
Cucina:
    • Facile
    Condividi

    Preparazione

    Il classico hot dog delle tavole calde, rivisitato nella versione senza glutine con un’ottima crosta di pane che diventa dorata e croccante grazie ad una spennellata d’uovo.

    Non sono la cosa più sana del mondo, ma sono amati dai bambini per cui ogni tanto vanno cucinati per la gioia anche dei grandi! In questo modo, con la crosta di pane, diventato un piatto unico con un po’ di insalata o se li vogliamo viziare fino in fondo delle patatine fritte.

    Per una merenda o come snak alle feste, possiamo utilizzare i wurstel più piccoli. Per i grandi, invece, possono essere conditi con ketchup, maionese o senape o arricchiti con formaggio da far fondere per qualche minuto in forno.

    CONSIGLI PER GLI AVANZI
    Se vi avanza l’impasto, potete prepararci una pizza ai quattro formaggi o una semplice margherita.
    Se invece vi avanza l’hot dog già preparato, potete riscaldarlo in forno il giorno dopo.

    Per le foto abbiamo utilizzato la Canon EOS 70D con l’obiettivo Sigma 17-70 macro.

    Ma perché si chiama proprio hot dog?

    Ci sono diverse teorie sull’origine di questo nome così particolare.

    • Prima fra tutte è quella che fu un’invenzione di Harry M. Stevens, che all’inizio del ‘900 durante le partite di football dei New York Gians, serviva da mangiare alle persone che vi assistevano. I würstel caldi erano difficili da servire nelle tribune dello stadio, quindi gli venne in mente un’idea.
    • Una tradizionale teoria dice che invece, la parola inglese per dire cane cioè “dog” significa anche “dente di arresto” detta anche “briglia”. Gli hot dog, per via della loro lunghezza, circa 15 centimetri, ricordano proprio le briglie che in passato erano usate dai ferrovieri per bloccare le rotaie alle traversine di legno.
    • Oppure si dice che sia stato chiamato hot dog agli inizi del 1860, perché, sempre per via della somiglianza alla forma del bassotto, era stato denominato “Dachshund Sausages” cioè “salsiccia bassotto”.
    • Ultima teoria è quella che i venditori ambulanti gridavano “hot hog” cioè porco caldo, perché in effetti la carne era di maiale. Poi con il tempo la parola hot hog divenne hot dog.

    Ingredienti

    • 250 gr di farina senza glutine per pane e paste lievitate Biaglut
    • 100 ml di acqua
    • 2 cucchiai di olio
    • mezzo cubetto di lievito di birra
    • sale
    • 3 wurstel senza glutine
    • 1 uovo per spennellare la superficie (facoltativo)
    • 1 cucchiaino di zucchero

     Passo 1

    Preparo l’impasto versando un po’ di sale nella farina insieme all’olio e sciogliendo il lievito nell’acqua tiepida con un cucchiaino di zucchero per facilitare la lievitazione. Impasto con un cucchiaio fino a quando la farina non avrà assorbito tutta l’acqua.

     Passo 2

    Quando l’impasto si amalgama e diventa solido, lo passo sulla spianatoia e lo rendo omogeneo. Lo metto a lievitare nel forno spento in un recipiente infarinato, coperto con un canovaccio. Occorrono circa due ore per la lievitazione.

     Passo 3

    Quando l’impasto è lievitato, lo stendo con il matterello a un cm circa di spessore. Preriscaldo il forno a 180 gradi. Con un bicchiere dal bordo di 6-8 cm, taglio dei dischi che poi stendo di nuovo col matterello.

     Passo 4

    Taglio le estremità dei wurstel in quattro, li avvolgo nel disco e li spennello con l’uovo sbattuto per farli colorire e dorare. Inforno per 15-20 minuti.

    Condividi
    alessia

    alessia

    Celiaca, moglie di un intollerante seriale e madre di due piccole ottime forchette, per non soccombere alla cucina l'ha addomesticata ed ora la comanda a bacchetta. Inventa nuovi modi di cucinare in modo facile, veloce e senza fatica... e ci riesce quasi sempre!

    precedente
    Caldo e Rinforzante il Brodo con la Stracciatella – FOTO e VIDEO
    successivo
    Crepes alla crema di asparagi senza glutine – FOTO e VIDEO
    precedente
    Caldo e Rinforzante il Brodo con la Stracciatella – FOTO e VIDEO
    successivo
    Crepes alla crema di asparagi senza glutine – FOTO e VIDEO

    6 Commenti Nascondi i commenti

    Intorno al wurstel, prima del pane ci avvolgerei una sottiletta di formaggio morbido !
    si può fare anche con farina normale ed al limite, anche con frana addolcita da pasta di patata

    Ancora meglio se si usano le fette di formaggio che non fondono immediatamente, altrimenti diventa liquido, una volta ultimata la cottura dell’hot dog! Devo provare ad aggiungere la patata! Grazie del tuo consiglio!

    Ciao Matteo, statico a 180°, ma controlla sempre perchè dipende anche dal modello e dall'”anzianità” del forno stesso. Facci sapere come ti vengono! Ciao

    Aggiungi il tuo commento

    Tanti sconti in esclusiva per te, approfittane!