• Home
  • Pizza Senza Glutine Perfetta! Alta, Croccante Fuori e Morbida Dentro, si Impasta in 5 Minuti con 2 gr di Lievito!
0 0
Pizza Senza Glutine Perfetta! Alta, Croccante Fuori e Morbida Dentro, si Impasta in 5 Minuti con 2 gr di Lievito!

Condividi sul tuo social network:

Oppure semplicemente copia e incolla questo url

Ingredienti

Regola in base alle Porzioni:
400 gr farina senza glutine Io ho usato la Nutrifree multiuso
200 gr Farina Farmo Fibrepan
400 ml acqua tiepida
3 gr lievito di birra
sale
12 gr olio EVO 3 cucchiai
la punta di un cucchiaino zucchero facoltativo

Salva questa Ricetta

Ingredienti

Pizza Senza Glutine Perfetta! Alta, Croccante Fuori e Morbida Dentro, si Impasta in 5 Minuti con 2 gr di Lievito!

Tipologia:
  • Senza Glutine

La mia ricetta migliore!

  • 40 min + lievitazione (5-6 ore)
  • Porzioni 2
  • Facile
Condividi

Preparazione

Qualche vantaggio, noi celiaci, dobbiamo pur averlo!

Per me è il fatto che l’assenza di glutine negli impasti fa sì che non dobbiamo stare 10 minuti, un quarto d’ora ad ammassare o battere l’impasto sulla spianatoia per attivare la maglia glutinica e favorire una lievitazione a regola d’arte!

Molti mi diranno che di contro è più difficile far lievitare le farina senza glutine… Seguite questi pochi accorgimenti e vedrete che anche con pochissimo lievito, la pizza viene benissimo!

Il segreto principale è la pazienza, ossia mettersi in testa che i tempi di lievitazione devono essere più lunghi, specie se scegliete di usare poco lievito come me! Io ho trovato il mio metodo: la impasto dopo pranzo per mangiarla sera o addirittura il giorno dopo!

In compenso, usando una qualsiasi planetaria l’impasto si ottiene in un minuto!

Quella che vi indico è la dose da 600 gr che io metto a cuocere nella placca del forno e viene bella alta (ci mangiano abbondantemente due persone) ma se volte potete dividere l’impasto e farla leggermente più sottile.

La mia planetaria è la Moulinex Masterchef Gourmet.

Passo dopo Passo

1
Fatto

PASSO 1

Sciolgo il lievito in poca acqua. Potete aggiungere la punta di un cucchiaino di zucchero per facilitare la lievitazione, ma anche senza va bene uguale.
Impasto nella planetaria, mettendo nella ciotola le due farine e il sale.

2
Fatto

PASSO 2

Aziono la macchina con il gancio per gli impasti, aggiungo l'acqua con il lievito sciolto, l'olio e poco per volta l'acqua restante.
Faccio attenzione che tutta la farina venga raccolta, se si appiccica ai bordi fermo la planetaria e la stacco con una paletta.

3
Fatto

PASSO 3

L'impasto è pronto quando si raccoglie tutto intorno al gancio.
A quel punto spengo la planetaria, non occorre lavorarlo molto altrimenti scaldandosi si ammorbidisce troppo.
Il risultato è un impasto morbido, quasi appiccicoso, ma che lascia le mani pulite quando lo lavorate.

4
Fatto

PASSO 4

Passo l'impasto sulla spianatoia infarinata. Se è troppo appiccicoso, aggiungete una spolverata di farina.
Faccio poi le classiche pieghe, quelle che si fanno nella panificazione tradizionale: allargo con in palmi delle mani, formando un rettangolo dello spessore di un paio di cm, poi piego in tre dal lato più lungo e poi di nuovo in tre dall'altro lato.

5
Fatto

PASSO 5

Metto la ciotola in forno coperta con pellicola e strofinaccio con la lucina accesa e lascio lievitare per un paio d'ore almeno.
N.B. Quando riprendo la ciotola dal forno è bella calda, grazie alla lucina, anche questo di certo aiuta la lievitazione!
Copro la placca del forno con la carta forno, verso un filo d'olio e rovescio direttamente l'impasto senza lavorarlo.

6
Fatto

PASSO 6

Stendo con le mani dal centro verso l'esterno in modo uniforme (anche se poi la base irregolare, mi piace un sacco!).
A quel punto copro di nuovo con pellicola e strofinaccio e ripongo in forno per la seconda lievitazione sempre con la lucina accesa.
Va lasciata ancora a lievitare almeno per un paio d'ore, ma se avete tempo in più è ancora meglio!

7
Fatto

PASSO 7

Dopo la lievitazione, caccio la teglia dal forno e lo accendo a 250 gradi modalità statica.
Nel frattempo metto la mozzarella a pezzetti in un colino per eliminare un po' di liquido.
Spargo un generoso filo d'olio su tutta la superficie della pizza aiutandomi con un pennello.
Quando il forno è arrivato a temperatura, inforno nel ripiano più basso per 20 minuti.
La cottura chiaramente è indicativa, dipende dalla resa del vostro forno, l'importante è che la pizza continui a crescere e la base si colori un po'.

8
Fatto

PASSO 8

Aggiungo la passata di pomodoro (condita prima con un pizzico di sale, basilico e origano) e la mozzarella.
Inforno di nuovo sul ripiano più alto.
Io l'ho lasciata 5 minuti, ma anche qui dovete controllare continuamente. La mozzarella deve sciogliersi e asciugarsi un pochino i bordi diventano croccanti e dorati.
Non vi preoccupate se la mozzarella rilascia acqua, è normale, quando i bordi sono pronti sfornate la pizza e lasciatela riposare per 3-4 minuti.
In questo modo se è rimasto del liquido di ritirerà da solo!

Ed ecco qui la mia pizza perfetta (finchè non sperimenterò qualcos'altro!) buonissima appena sfornata, ma udite, udite... anche il giorno dopo fredda!
Vi raccomando mandatemi la vostra pizza perfetta!

Condividi

alessia

Celiaca, moglie di un intollerante seriale e madre di due piccole ottime forchette, per non soccombere alla cucina l'ha addomesticata ed ora la comanda a bacchetta. Inventa nuovi modi di cucinare in modo facile, veloce e senza fatica... e ci riesce quasi sempre!

precedente
Panzanella Senza Glutine, un Piatto Godurioso Anche Per Noi Celiaci
successivo
Speedy Pizza Senza Lievitazione ai 5 Cereali Senza Glutine con Verdure, Prosciutto e Scaglie di Parmigiano
precedente
Panzanella Senza Glutine, un Piatto Godurioso Anche Per Noi Celiaci
successivo
Speedy Pizza Senza Lievitazione ai 5 Cereali Senza Glutine con Verdure, Prosciutto e Scaglie di Parmigiano

Aggiungi il tuo commento