• Home
  • Il carciofo aiuta ossa e fegato. L’insalata di carciofi crudi e arance
Il carciofo aiuta ossa e fegato. L’insalata di carciofi crudi e arance

Condividi sul tuo social network:

Oppure semplicemente copia e incolla questo url

Ingredienti

  • 400 gr di carciofi puliti
  • 2 arance biologiche
  • 1 spicchio di aglio
  • prezzemolo fresco
  • timo
  • olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe

Ingredienti

  • 400 gr di carciofi puliti
  • 2 arance biologiche
  • 1 spicchio di aglio
  • prezzemolo fresco
  • timo
  • olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe

Il carciofo aiuta ossa e fegato. L’insalata di carciofi crudi e arance

Tipologia:
  • Senza Glutine
  • Vegetariano
Condividi

Preparazione

Il carciofo è una delle verdure più buone e saporite e dire che è ricco di ferro è assolutamente riduttivo. Le qualità del carciofo sono le più svariate: allungato, tondeggiante, verdi o violacei, in totale si contano circa 90 varietà al mondo.

I BENEFICI DEL CARCIOFO

Cervello: i carciofi sono ricchi di vitamina K che protegge dalla degenerazione neuronale, ottimo, dunque nell’alimentazione di anziani.

Ossa: altra funzione della vitamina K è quella di proteggere le ossa e mantenerle forti e in salute.

Diabete: il carciofo aiuta a equilibrare i livelli lo zucchero nel sangue

Fegato: è l’organo che trae più benefici di tutti. La cinarina, l’acido presente nel carciofo, favorisce la diuresi e la secrezione biliare, oltre ad aiutare nei casi di ittero, epatite e cirrosi. Dovete, però tenere presente che i principi attivi della cinarina vengono annullati dalla cottura, per questo motivo è molto meglio consumare il carciofo crudo, come nella nostra ricetta dell’isalata di carciofi e arance. Così consumato, il carciofo ha anche proprietà diuretiche e digestive.

Sistema cardiovascolare: l’acido clorogenico presente nel carciofo ha forti proprietà antiossidanti, un ottimo aiuto, dunque, per la prevenzione di malattie arteriosclerotiche e cardiovascolari.

Cancro: sempre gli antiossidanti (e i carciofi sono la verdura che ne contengono in maggiore quantità) sono i principali mezzi di difesa del nostro sistema immunitario contro i radicali liberi che sono responsabili di malattie anche gravi come i tumori.

Pressione sanguigna: il carciofo è anche ricco di potassio che aiuta a neutralizzare l’effetto del sodio in eccesso, causa dell’innalzamento della pressione sanguigna.

Colesterolo: sempre gli acidi presenti nei carciofi, aiutano ad abbassare il colesterolo “cattivo”, ossia quello che porta all’ostruzione delle arterie, diminuendo rischio di infarto, ictus, arteriosclerosi e ipertensione.

Depurativo e disintossicante: ottimo nelle diete per la sua azione depurativa, può essere impiegato anche nei casi di avvelenamento lieve.

FORSE NON TUTTI SANNO CHE…
[sociallocker id=”7856″]

Le quantità maggiori dei principi attivi del carciofo, sono presenti nelle foglie, che invece non consumiamo affatto. Si può preparare un ottimo infuso con le foglie o utilizzare l’acqua di cottura dei carciofi, ricca di minerali, per minestre o cuocere un buon risotto, buono e salutare.

I CONSIGLI PER ACQUISTARE I CARCIOFI MIGLIORI

Preferite sempre i carciofi biologici, in quanto la grande richiesta sul mercato, può indurre i grandi produttori ad impiegare sostanze non troppo benefiche per il nostro organismo.

Come riconoscere un carciofo fresco? Già l’aspetto può dire molto: gambo con foglie non appassite, punte chiuse intorno al cuore. Il tatto poi non sbaglia mai: premete il carciofo con indice e pollice: se rimane duro e compatto è fresco, se prede la forma appiattendosi, no.

DI COSA E’ FATTO IL CARCIOFO?

Contiene lo 0,15 % di grassi, il 3,1 % di proteine, il 5,4 % di fibre, l’1 % di zuccheri, l’85 % di acqua % e l’1,1 % di ceneri.

Questi i minerali del carciofo: è ricco di potassio, contiene calcio, sodio, fosforo, ferro, magnesio, zinco, rame, manganese e selenio.

Il carciofo contiene vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B5, B6, B12, vitamina C, vitamina E, K e J.

Il segreto delle sue virtù risiede nella cinarina, la sostanza aromatica che gli conferisce il caratteristico sapore amaro e molte delle sue proprietà benefiche e terapeutiche.

Il carciofo contiene inoltre mucillagini e piccole quantità di composti flavonoidi con proprietà antiossidanti: beta-carotene, luteina e zeaxanthina.

COME SI CONSERVANO I CARCIOFI?

E’ possibile conservare i carciofi anche per 6 o 7 giorni senza che aspetto e gusto cambino di una virgola, seguendo queste accortezze: eliminare le foglie più esterne del carciofo, lasciare 5 cm di gambo, lavarli e asciugarli. Avvolgere i carciofi in un canovaccio pulito, inseriteli in un sacchetto di plastica da riporre aperto in frigo.

QUANTE CALORIE CONTIENE?

Ogni 100 grammi di parte edibile si ha un apporto calorico pari a 47 calorie.

SCOPRI LE NOSTRE RICETTE CON I CARCIOFI

INSALATA DI CARCIOFI CRUDI E ARANCE

Questa è un’ottima idea per bare una bellissima figura se volete servirla come insolito antipasto o contorno. Si sposa bene con qualsiasi menù di carne o pesce, vegetariano o senza glutine e permette di mantenere intatte le caratteristiche del carciofo, visto che lo consumiamo crudo.

Ingredienti

  • 400 gr di carciofi puliti
  • 2 arance biologiche
  • 1 spicchio di aglio
  • prezzemolo fresco
  • timo
  • olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe

[gard]

 Passo 1

Pulire i carciofi eliminando le foglie esterne e il gambo, li taglio a metà, e li affetto sottilmente. Tenete presente che, eliminando la parte esterna anche il gambo si può consumare crudo.

 Passo 2

Taglio a fettine un’arancia e spremo l’altra.

 

 Passo 3

Filtro il succo aggiungo sale, pepe, prezzemolo, aglio tritato (se gradito, altrimento posso tagliarlo a spicchi, far insaporire l’insalata e poi eliminarlo). Condire i carciofi con questa emulsione. Aggiungere timo fresco e servire.

[/sociallocker]

Condividi

alessia

Celiaca, moglie di un intollerante seriale e madre di due piccole ottime forchette, per non soccombere alla cucina l'ha addomesticata ed ora la comanda a bacchetta. Inventa nuovi modi di cucinare in modo facile, veloce e senza fatica... e ci riesce quasi sempre!

precedente
I piselli, ipocalorici e freschi. Il risotto con fave e piselli
successivo
Poche calorie e tanto gusto, la rana pescatrice o coda di rospo ai pomodorini secchi, maggiorana e buccia di limone
precedente
I piselli, ipocalorici e freschi. Il risotto con fave e piselli
successivo
Poche calorie e tanto gusto, la rana pescatrice o coda di rospo ai pomodorini secchi, maggiorana e buccia di limone

Aggiungi il tuo commento

Tanti sconti in esclusiva per te, approfittane!