fbpx
  • Home
  • Pizza Senza Glutine Facile, 100% di Idratazione, Come in Pizzeria – Tutti i Passaggi!
Pizza Senza Glutine Facile, 100% di Idratazione, Come in Pizzeria – Tutti i Passaggi!

Condividi sul tuo social network:

Oppure semplicemente copia e incolla questo url

Ingredienti

Regola in base alle Porzioni:
500 gr farina senza glutine io ho utilizzato il Mix B della Schaer
500 ml acqua
2 gr lievito di birra secco oppure 6 gr di lievito fresco
10 gr olio EVO
7 gr sale
farina di riso per lo spolvero
Per il condimento:
200 gr passata di pomodoro
2 mozzarella
origano
olio EVO
sale

Ingredienti

  • Per il condimento:

Pizza Senza Glutine Facile, 100% di Idratazione, Come in Pizzeria – Tutti i Passaggi!

Tipologia:
  • Senza Glutine
  • Senza Latte e Derivati
  • Senza Lattosio

Come in pizzeria, ma a casa tua!

  • 30 min + 6 ore di lievitazione
  • Porzioni 2
  • Media
Condividi

Preparazione

Family💚 ciao! Finalmente la pizza senza glutine perfetta quella del nostro #sabatopizza, facile da fare con poco lievito ed una lievitazione di circa 6 ore. Con questa ricetta avrai un pizza leggera, ben lievitata perfettamente cotta sia con il fornetto pizza che con il forno tradizionale.

Lievito e lievitazione per la pizza perfetta

Ti dico la verità, cara Family💚, ormai dopo tante prove e tante versioni di pizza, la lievitazione ha pochi segreti… Se provi e fai un po’ di esperienza sarà lo stesso per te!

Quello che ti propongo in questa ricetta è di utilizzare 2 gr di lievito di birra secco che puoi sostituire con lievito fresco (4/6 gr)  per una lievitazione di circa 6 ore.

Aumentando leggermente il lievito, puoi ridurre o dimezzare il tempo di lievitazione, anche se la cosa davvero importante è creare una buona condizione per la lievitazione (riporre nel forno chiuso e spento con la lucina accesa, oppure preriscaldato a 40 gradi, mettere una ciotolina di acqua, in modo da aumentare l’umidità… Tutte queste cose dipendono dalle condizioni ambientali della tua casa e puoi verificare guardando l’impasto dopo un paio d’ore e vedere se inizia a crescere).

La chiave è sempre quella di provare e vedere come reagisce il tuo impasto nelle condizioni che gli proponi, ma non dopo mezz’ora! Dagli almeno un paio d’ore!

Impasto a mano

Credo sia più accessibile a tutti fare un impasto con un cucchiaio e mano, piuttosto che con una planetaria, per quando poco costosa, anche perchè riesci meglio a renderti conto delle consistenze dell’impasto.

Tutto quello che vedi nel video è replicabile comunque con un impastatrice con il gancio a uncino o a foglia.

Il mix senza glutine per fare la pizza

Sai come la penso sulla questione mix! Non ho la possibilità di provarli tutti e ti vorrei spronare ad utilizzare quello che è più reperibile per te, senza convincerti che se la pizza non viene bene è un problema di mix, ma solo di acquisire una solida esperienza per riuscire ad ottenere un impasto come il mio.

E poi… Non ti dimenticare che il protagonista principale è il sapore delle tua pizza e il mix lo può cambiare ed anche molto…. ed è qui che entra in ballo il tuo gusto personale o il ricordo che hai della tua pizza preferita.

Qui utilizzo il Mix B della Schaer (abbastanza reperibile) devo dire molto gestibile (soprattutto se pensi che in questa ricetta è un impasto al 100% di idratazione). Mi sento di suggerire se utilizzi un altro mix di partire con meno acqua in cui sciogliere il lievito e poi aggiungere quello che serve per raccogliere tutta la farina.

La quantità di sale

Sono sempre in crisi quando devo indicarvi la quantità di sale negli impasti di pane e pizza!

Questo perchè se utilizzi mix di farine confezionate, spesso contengono già sale e ne contengono in quantità diverse a seconda delle marche; per questo ti chiedo di seguire i tuoi gusti e soprattutto verificare la sapidità del mix che utilizzi per un risultato gradevole.

Cottura del fornetto pizza elettrico

Clicca qui per il nostro fornetto pizza!

I tempi indicati nella ricetta sono relativi al nostro fornetto pizza, dipendono dallo spessore della pizza e dalla temperatura raggiunta dal fornetto.

Se hai un altro fornetto pizza:

In ogni caso, se la pizza non è super sottile, puoi lasciarla cuocere per 6-8 minuti e poi controllare finche non raggiunge una bella doratura; una volta preso un bel colore e cresciuta ancora per effetto del calore, l’interno dovrebbe essere cotto, con un impasto ben bilanciato.

RICORDA: la perfetta cottura della pizza dipende anche da un impasto impeccabile nelle proporzioni e da una giusta lievitazione.

Cottura nel forno tradizionale

Se non hai un fornetto pizza, puoi utilizzare ovviamente il tuo forno di casa.

Rovesciando la placca del forno e facendola scaldare all’interno del forno, avrai un effetto simile alla pietra refrattaria, come in questo video.

Oppure puoi fare una pizza in teglia nella placca del forno, utilizzando tutto l’impasto, come in questa ricetta.

Ecco i miei consigli Masterclass 👩‍🍳:

1 – Per la pizza perfetta tonda e grande come quella della pizzeria, non troppo sottile, utilizzo 250 gr di farina per ogni pizza e la stendo almeno fino a 30 cm di diametro! (se cambi mix la pizza potrebbe venire leggermente più grande o più piccola!) 🍕
2 – Se la vuoi più sottile, utilizza meno farina, fai un panetto più piccolo e stendila di più; dovrai cuocerla per meno tempo!
3 – Se la vuoi più alta, stendi la pizza e falla lievitare una seconda volta, nel forno spento con la luce accesa!
4 – Cottura nel fornetto pizza: se la pizza è più sottile della mia lasciala cuocere per 6 minuti, poi controlla e ruota se necessario, cuoci fino a doratura.
5 – Cottura nel forno tradizionale: per simulare l’effetto della pietra refrattaria e avere una base croccante, lascia scaldare la placca del forno rovesciata a 220 gradi ventilato, poi poggia la pizza sulla placca (con carta forno) e lascia cuocere per 15 minuti o fino a doratura.
6 – Nel mio fornetto pizza inforno direttamente la pizza condita; nel forno tradizionale, puoi valutare di fare una precottura di 10 minuti solo con pomodoro poi aggiungere la mozzarella ben strizzata… Dipende un po’ dalle performance del tuo forno! Occhio a non far biscottare il cornicione.
7 – Se la pizza non lievita o non cuoce bene potrebbe dipendere da una cosa che non immagini: la ricetta! L’impasto deve essere ben bilanciato, ossia la quantità di acqua deve essere dosata per il tipo di farina utilizzata, questo permetterà una perfetta lievitazione e cottura! Quindi occhio alla dose di acqua se cambi mix!👀
8 – Nella ricetta ti ho indicato 2 grammi di lievito secco oppure 6 di lievito fresco per 6 ore di lievitazione. Se vuoi allungare i tempi puoi dimezzare le dosi e riporre l’impasto in frigo per una lievitazione di 12 ore, oppure aumentare leggermente il lievito e ridurre la lievitazione a 3 ore⏰

Passo dopo Passo

1
Fatto

PASSO 1

Metto il lievito nell'acqua leggermente tiepida e giro con un cucchiaio fino a farlo sciogliere.
Metto il mix nella ciotola e verso l'acqua con il lievito e l'olio, giro energicamente con un cucchiaio.

2
Fatto

PASSO 2

Quando l'acqua è assorbita aggiungo il sale e continuo ad impastare, poi appena possibile, passo a lavorare sulla spianatoia, aiutandomi con una piccola quantità di farina di riso.

3
Fatto

PASSO 3

Una volta ottenuto un composto omogeneo, formo un panetto e metto a lievitare coprendo con pellicola e strofinaccio nel forno spento.
Se la temperatura non è molto calda, accendo anche la lucina che fa un po' di calore.

4
Fatto

PASSO 4

Lascio lievitare per circa 6 ore.
Dopo la lievitazione, prendo il panetto, lo divido in due parti uguali.
Stendo la pizza partendo da una pallina tonda, schiacciando con i palmi fino ad un diametro di circa 30 cm (a seconda di come ti piace sottile o di dove la cuoci).

5
Fatto

PASSO 5

Mentre il forno si riscalda copro sempre la pizza per non far asciugare la superficie.
Quando il forno arriva a temperatura, buco con la forchetta la pizza e spennello l'olio sul cornicione.
Spargo la passata di pomodoro precedentemente condita con origano, sale e olio e con la mozzarella a pezzi ben scolata dal siero.

6
Fatto

PASSO 6

Inforno nel fornetto pizza per 10/12 minuti con l'indicatore di temperatura a 2 e mezzo per il mio fornetto che arriva a 3 (i tempi dipendono dallo spessore della pizza e dalla temperatura raggiunta dal fornetto).
Lascio riposare la pizza un paio di minuti prima di tagliarla.

Condividi

alessia

Celiaca, moglie di un intollerante seriale e madre di due piccole ottime forchette, per non soccombere alla cucina l'ha addomesticata ed ora la comanda a bacchetta. Inventa nuovi modi di cucinare in modo facile, veloce e senza fatica... e ci riesce quasi sempre!

precedente
Pasta e Fagioli del Riciclo, Senza Glutine con le Verdure Lesse Avanzate
successivo
Pollo alle Mandorle e Limone Facilissimo, Croccante e Fresco
precedente
Pasta e Fagioli del Riciclo, Senza Glutine con le Verdure Lesse Avanzate
successivo
Pollo alle Mandorle e Limone Facilissimo, Croccante e Fresco

Aggiungi il tuo commento

Tanti sconti in esclusiva per te, approfittane!